Aferesi e Multicomponente

. Postato in Donare Easy

La Donazione sta Cambiando

Le aferesi sono procedure mediante le quali il sangue è prelevato dal donatore e frazionato nei suoi componenti.

Sono poi trattenuti gli elementi che servono e si reinfondono al donatore tutti gli altri. Ciò è reso possibile da macchine dette "separatori cellulari” . Le aferesi sono metodiche sicure: il set, in fatti, contiene il serbatoio, il filtro-centrifuga , i tubi di raccordo e una o più sacche di raccolta in un sistema chiuso e monouso che può essere usato solo una volta.

Inizialmente si eseguiva solamente la plasma-aferesi, ma i moderni separatori cellulari permettono, cambiando solamente il tipo di set, molti altri tipi di procedure, anche multicomponenti. Attualmente le più diffuse sono Peritroplasma-aferesi, la piastrino-aferesi, la piastrino-plasma-aferesi, e la raccolta di cellule staminali.

Le donazioni in aferesi 

L’uso sempre più mirato degli emocomponenti nella pratica clinica e la possibilità tecnica di ottenerli da un solo donatore, con ovvi miglioramenti della sicurezza e della efficienza, ha portato ad un uso sempre più diffuso dei separatori cellulari per le aferesi. Queste macchine permettono di raccogliere il componente o i componenti ematici desiderati e di restituire al donatore i componenti restanti.

I moderni separatori cellulari, attraverso l’uso di differenti set monouso, consentono procedure diverse a seconda del bisogno clinico. Le più diffuse pratiche di aferesi permettono la raccolta di:

  • Plasma, con la raccolta di una unità di plasma che varia da 500 a 650 mi.
  • Piastrine deleucocitate, con la raccolta di circa 300 mi. di plasma ricchissimo di piastrine e povero di globuli bianchi.
  • Plasma / globuli rossi, ottenere la disponibilità selettiva di: unità da 250 mi di globuli rossi concentrati da circa 270 mi. e una o due unità di plasma da 200 - 230 mi.
  • Plasma / piastrine
  • Cellule staminali periferiche.

Ad ulteriore garanzia di sicurezza per il volontario, i criteri di idoneità per le aferesi sono diversi e più rigidi rispetto a quelli per la donazione di sangue intero. I Donatori devono, comunque, essere sempre informati della procedura di donazione a cui verranno sottoposti e fornire il loro consenso. La sicurezza di queste procedure è data dall’uso di set monouso e dal fatto che sono a circuito chiuso: il sangue del donatore non viene mai a contatto con la macchina. Particolari criteri d’idoneità, diversi cioè da quelli per la donazione di sangue intero, proteggono poi ulteriormente i donatori che devono essere informati delle procedure, e dare il proprio consenso.

 

Banner

Copyright © 2013 www.avistropea.it - by: cfInformatica
Via Campo di Sotto c/o Ospedale civile - Tel. +39.0000.000000
CF: 96018900793 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.